A Parigi gli orinatoi che riciclano l’urina in compost

Per risolvere i problemi di decoro urbano le pensano tutte. Gli orinatoi compostatori sono l’ultima trovata. Quando il senso civico non basta.

Anche se è una città bellissima, Parigi ha un grave problema di «pipì selvaggia», o così siamo riusciti a tradurre ciò che i francesi chiamano «les pipis sauvages». Gli individui di sesso maschile usano imbrattare col loro segnale organico gli angoli più bui e nascosti della città.

Per affrontare questo problema in modo sostenibile, la società francese Faltazi ha progettato degli orinatoi di strada ‘eco-friendly’, gli Uritrottoir. Montato in combinazione con vasi di fiori, il dispositivo stocca l’urina in un blocco di trucioli di legno, paglia o segatura, che poi viene asportato e trasformato in compost.

Secondo il comunicato di Faltazi, «Uritrottoir offre una soluzione ecologica, economica ed efficiente ovunque grandi comunità hanno la necessità di gestire i fastidi connessi con il grande afflusso di persone: centri storici, ristoranti, grandi eventi e strutture che ricevono il pubblico. Il servizio, gestito dai servizi pubblici o da una società privata, consiste nel sostituire periodicamente il letto di sostanza secca in cui l’urina staziona temporaneamente, e avviarlo successivamente al compostaggio su una piattaforma dedicata.»

L’Uritrottoir è fatto di un materiale robusto che è rivestito con vernice anti-graffio ed è sormontato da una mini aiuola, per una migliore integrazione con il paesaggio. È già stato installato in alcuni punti a maggior rischio di minzione molesta della città, come la stazione ferroviaria Gare de Lyon.

Sotto l’aiuola, c’è un vaso che contiene paglia secca pronta a essere trasformata in compost da utilizzare in giardini e parchi. Inoltre, il composto organico contiene carbone attivo, che riduce drasticamente l’odore. Secondo uno dei progettisti, Laurent Lebot: «Stiamo ri-utilizzando due prodotti di scarto, paglia, e urina umana, per produrre compost, un fertilizzante, quindi stiamo facendo economia circolare.»

Uritrottoir è disponibile in due formati, uno che assorbe circa 600 minzioni e un altro più piccolo, che può contenere la metà della quantità. Entrambi orinatoi sono provvisti di un sistema di monitoraggio elettronico che invia un segnale quando la paglia imbevuta è piena. Due le versioni, una lineare e l’altra angolare, per essere installata in punti nascosti.

Non si capisce se il problema della minzione molesta nelle grandi città possa essere risolto con orinatoi da 3000€ dislocati nei punti più bui delle città. Né si capisce come possa metà della popolazione (quella maschile) creare un problema di decoro e salute per pura mancanza di senso civico. Ma l’approccio di Faltazi ci sembra pragmatico e pulito.

/ RIUSA

Posted on 2 février 2017 in Italie, Presse

Share the Story

Back to Top